SITO IN AGGIORNAMENTO

per maggiori informazioni sui nostri prodotti rivolgersi a:
info@nbflanes.it o al nº +39.02.55183168

 
   
  Home Site map Azienda Dove siamo Distribuzione Faq Contatti
L'Infertilità della Cagna
Comitato Scientifico N.B.F.Lanes
Data di pubblicazione: 26/09/2006

Quando si tratta l'argomento infertilità ci si riferisce a una diminuita o assente capacità di generare una progenie

Premessa
Normalmente, la longevità dello sperma canino a seguito di un accoppiamento naturale, unita alla durata del ciclo estrale della cagna, consente un'elevata percentuale di concepimento, anche dopo uno singolo tentativo.
In caso contrario è opportuno esaminare accuratamente la situazione per non sottovalutare alcun passaggio.
Le Categorie dell'Infertilità
Per maggior chiarezza espositiva è necessario suddividere le cagne rivelatesi non fertili in 3 gruppi:
• Insufficienza riproduttiva
• Incapaci di concepire, con cicli estrali normali
• Incapaci di concepire, con cicli estrali anomali
Gli Accoppiamenti
Il periodo fertile della cagna si colloca 4-6 giorni dopo il picco preovulatorio dei livelli di ormone luteinizzante (LH) nel siero
Andamento ormone luteinizzante
Tuttavia, nonostante un proestro regolare abbia una durata di 9 giorni, è possibile riscontrare la stessa fase ormonale estesa fino a 15 giorni oppure ridotta a 2.
Queste variabili tendono, ovviamente, a rendere vani i sistemi tradizionali di accoppiamento che prevedono due monte: al 9° e all'11° giorno.
La Tempesta Ormonale
• Con lo sviluppo dei follicoli ovarici aumentano gli estrogeni e inizia un nuovo ciclo estrale (N.d.R.: calore)
• Poco prima dell'ovulazione calano gli estrogeni e, grazie al picco dell' ormone Luteinizzante (LH), si assiste a un aumento del progesterone che supera i valori basali inferiori a 1 ng/ml
• E' la porzione anteriore dell'Ipofisi a secernere LH che, dopo 48 h, determinerà l'emissione degli oociti
• Devono trascorrere altre 48 ore perchè gli oociti primari maturino a oociti secondari e, quindi, divengano fecondabili.
• In caso di mancata fecondazione, gli oociti vengono degradati e distrutti in un periodo di 24-72h.
Il Periodo Fertile
Il vero periodo fertile coincide con la presenza degli oociti maturi negli ovidotti (N.d.R.: tube).
Proprio in questa sede avverrà l'incontro con gli spermatozoi che, in condizioni normali, hanno un tempo di sopravvivenza variabile da 2 a 7 giorni.
Anche se la longevità delle cellule maschili aumenta le probabilità di una unione con gli oociti, è sempre meglio individuare con certezza il momento dell'ovulazione.

• 1.
Livelli sierici del Progesterone
Sotto l'azione del LH i follicoli secernono il progesterone; i valori ematici normali di questo ormone, pari a < 1 ng/ml di siero, salgono a 1-2,5 ng/ml in concomitanza col picco preovulatorio di cui sopra, per poi innalzarsi a 4-10 ng/ml al momento dell'ovulazione.
Valori ormonali/giorni di estro
• 2.
Esame Cellule Vaginali
Durante l'estro si incrementa un'esfoliazione delle cellule che ricoprono la superficie della vagina.
Più del 90 % di queste cellule è di tipo epiteliale cornificato.
In un periodo compreso tra 8 e 3 giorni prima del picco preovulatorio, si assiste alla massima presenza di cellule cornificate.
• 3.
Metodo Misto
Si basa su più esami delle cellule vaginali; quando il 60% delle cellule è cornificato si procede alla determinazione del progesterone ematico a giorni alterni:
- Un aumento iniziale del progesterone indica il picco preovulatorio del LH
- La cagna ovulerà dopo 48h
- Sarà fertile e pronta all'accoppiamento dopo altre 48 h, ovvero a 4 giorni dal primo aumento di progesterone.
Alcuni Problemi di Concepimento
Mancata ovulazione
Circa 30 giorni dopo l'accoppiamento, sarebbe bene sottoporre la cagna a un accertamento strumentale (Es.: radiologia, ecografia), per verificare come procede la gravidanza.
Nel caso in cui non vi fosse traccia dei feti, è possibile risalire alla ovulazione e verificarne l'effettiva comparsa.
In questa fase del ciclo ormonale la concentrazione di progesterone dovrebbe essere superiore a 5 ng/ml, in caso di valori prossimi a 1 ng/ml la cagna non ha ovulato o non ha potuto mantenere dei corpi lutei funzionanti.
Calore Sdoppiato
E' possibile che non avvenga l'ovulazione in un primo calore, anche se apparentemente normale.
In molti casi si assiste a una nuova manifestazione estrale a distanza di qualche settimana, questa volta coronata da successo.

Intervalli Interestrali Alterati
La comparsa dl calore dovrebbe avere cadenza semestrale.
Estri che compaiono con maggior frequenza (ogni 4 mesi, o ancora meno) non sono da considerarsi normali e possono significare una mancata ovulazione o un calore sdoppiato.
Anche l'eccessiva distanza tra un calore e l'altro va seguita attentamente: di solito, si tollera un ritardo fino a 10 mesi.
Calore silente
In questo caso, che potrebbe offrire una spiegazione ai ritardi citati nel paragrafo precedente, i cicli ormonali si susseguono regolarmente ma non sono rilevabili all'esterno.
Scoli vaginali o tumefazioni vulvari non sono manifesti e, quindi, non percepibili.

Solo la presenza di un cane maschio è in grado di rilevare la presenza di un calore silente!
Conclusioni
É importante sottolineare quanto, in ambito allevatoriale, sia fondamentale tenere sotto controllo il comparto ginecologico.
La salute e il benessere delle fattrici rappresentano il "motore" dell'impresa e un loro monitoraggio influisce positivamente sui costi gestionali.

Bibliografia
.
Riproduzione e Pediatria nei Piccoli Animali - Dr.
Janice Cain .
DVM - Diplomate American College of Veterinary Internal Medicine
.
Vacaville Animal Medical Center CA, Oak Meadow Veterinari Hospital - Los Gatos .
CA

.
Edizioni SCIVAC 1993

 
 

La Società N.B.F. - Lanes srl Milano, dal 1990, è presente su tutto il territorio italiano con preparati selezionati ed innovativi per i piccoli animali (cani e gatti) volti alla ripresa del loro benessere. In questo quadro ha lanciato, per prima, in Italia dei preparati adiuvanti per i trattamenti del paziente allergico; seborroico; con ipokaliemia; con disturbi gastroenterici.  In questi anni, N.B.F. - Lanes è diventata leader in questi settori, allargando la sua gamma di preparati anche grazie ad azioni di sviluppo e di nuove forme di presentazione (perle, pasta, gocce),  di studio a stretto contatto con i Veterinari e di nuove indicazioni degli Acidi Grassi a lunga catena. A questo scopo, già nel 2001, ha organizzato un Workshop scientifico su "Acidi Grassi in veterinaria" al quale hanno partecipato noti studiosi del settore, italiani e stranieri, sia universitari che liberi professionisti.

I preparati quali mangimi semplici e supporti nutrizionali di NBF-Lanes sono: Artikrill cane e Artikrill gatto, Carevit Dog, Carobin Pet, Ciellea Pet, Coractiv, Dos Pet, Fibra Pet, Hepatikrill, Karenal Pet, Krill Omega pet, Lievi Pet Complex, Nefrokrill, Neurogen Pet, Omega Pet, Ophtalcalm, Ossein Pet Complex, Resurgen, Ribes Pet, Selen Pet, Zincogen Pet Ultra.

I preparati quali topici dermatologici : Oftalid, Ribes emulsione, Ribes Ultra emulsione, Ribes shampoo-balsamo, Ribes  ultra shampoo balsamo.